Raggruppamento di terreni in affitto

Home>Forme di cooperazione>Raggruppamento di terreni in affitto
Raggruppamento di terreni in affitto2023-11-13T15:59:06+01:00
Gestione più efficiente – Pacchi contigui – solo terreno in locazione

Il raggruppamento di terreni in affitto è uno strumento per ottimizzare e adeguare la gestione e l’utilizzo dello spazio rurale. Si basa su una partecipazione volontaria dei gestori e tiene conto esclusivamente dei loro terreni in affitto; non vi sono cambiamenti nella proprietà fondiaria, la terra continua a essere gestita in prima persona. Di norma, non sono attuati provvedimenti edilizi.

Nel caso di un raggruppamento di terreni in affitto, si cerca di ridistribuire le particelle in modo che siano il più possibile contigue e vicine all’azienda, cosicché la gestione dei terreni sia più razionale, i tragitti verso le unità gestite si accorcino e i costi di produzione diminuiscano.

«Penso che sia essenziale parlarsi, sedersi attorno a un tavolo e dirsi ‘Ebbene voi cosa vorreste fare?’.»

Josef Bucher, partner della Korporation Buochs

«Un punto importante è che abbiamo potuto procedere in tempo utile alla ricoltivazione; i contadini hanno potuto gestire direttamente queste superfici.»

Alois Barmettler, partner della Korporation Buochs

«L’efficienza della gestione è ovviamente un aspetto non da poco nel complesso.»

Alois Barmettler, partner della Korporation Buochs

«Dieci anni fa abbiamo richiesto un credito di 75’000 franchi e siamo riusciti davvero a ottenere un buon risultato anche grazie ai sussidi.»

Josef Bucher, partner della Korporation Buochs

«Indiscutibilmente una delle cose più importanti era informare i contadini per tempo, spiegare loro di cosa si trattava, che cosa avevamo in mente.»

Alois Barmettler, partner della Korporation Buochs

«Era un punto importantissimo, si diceva che dovevamo creare una sinergia tra agricoltura e aeroporto che potesse funzionare in modo davvero ottimale.»

Josef Bucher, partner della Korporation Buochs

Domande frequenti

L’assemblea comunale ha approvato una decisione sul raggruppamento di terreni in affitto, ma io vorrei tenere le mie superfici. Posso oppormi?2021-05-18T14:41:56+01:00

Secondo l’articolo 703 del Codice civile svizzero una miglioria fondiaria può essere resa obbligatoria per tutti i proprietari fondiari di un determinato comprensorio e i Cantoni devono stabilire una procedura, in particolare per le ricomposizioni dei fondi. Tuttavia, nella maggior parte dei casi il diritto cantonale non contempla disposizioni concernenti l’istituzione e il sostegno dei raggruppamenti dei terreni in affitto. La partecipazione a un raggruppamento di terreni in affitto avviene pertanto su base volontaria. Il Canton Vallese fa eccezione. Se la sua azienda non si trova nel Canton Vallese, può rifiutarsi di partecipare al futuro raggruppamento di terreni in affitto.

I rapporti di superficie specifici nel nostro raggruppamento di terreni in affitto non consentono un’assegnazione ottimale e mi ritrovo con meno superfici a disposizione rispetto a prima. Riceverò una compensazione?2021-05-18T14:43:19+01:00

Per determinare il valore di scambio delle superfici oggetto di un raggruppamento di terreni in affitto, solitamente i pedologi effettuano una valutazione del suolo o una mappatura dei prati. Il raggruppamento di terreni in affitto può avvenire anche senza una valutazione, ma in questo caso si tratta soltanto di uno scambio di superfici delle stesse dimensioni. Tenendo conto di ogni tipo di base, principio e desiderio, la direzione tecnica redige una bozza preliminare per la nuova assegnazione, che viene discussa e modificata con i partecipanti. Successivamente, viene registrato per iscritto che i partecipanti accettano la nuova assegnazione.

In linea di principio, se alcuni partecipanti ottengono meno superfici, di norma sono ricompensati dalla migliore qualità del suolo delle nuove particelle in affitto. Il processo non prevede indennità a favore degli affittuari.

Quanto dura il risultato di un raggruppamento di terreni in affitto, per quanto tempo sono validi i nuovi contratti di affitto?2021-05-18T14:44:11+01:00

La legge federale sull’affitto agricolo (LAAgr) prevede una durata d’affitto minima di 6 anni per ogni particella. Tuttavia, nel caso di nuova attribuzione del terreno in affitto da un pool di terreni in affitto, si cerca di stipulare contratti di affitto con una durata minima di 12 anni. In questo modo si garantisce che gli affittuari non debbano nuovamente cambiare le loro superfici coltive ottimizzate dopo poco tempo. Per la Confederazione i contratti di affitto di 12 anni significano una maggiore protezione dei propri investimenti legati al pagamento dei contributi per un raggruppamento di terreni in affitto. In questo caso, per la durata di affitto doppia rispetto a quella iniziale, la Confederazione versa ai proprietari/locatori un’indennità forfettaria fino a 1200 franchi per ettaro.

Esempi pratici

Go to Top