Investimento interaziendale in edifici congiunto

Home>Forme di cooperazione>Investimento interaziendale in edifici congiunto
Investimento interaziendale in edifici congiunto2021-08-31T14:00:54+01:00
Finanziare e utilizzare insieme grandi progetti – Costi diretti inferiori – possibile anche senza  comunità aziendale (settoriale)

Nel caso di un investimento interaziendale in edifici, diversi capiazienda investono congiuntamente nella costruzione di un oggetto e da quel momento in poi ne diventano anche i proprietari. È possibile edificare su un fondo in diritto di superficie delimitato per la realizzazione dell’opera, ma anche su siti aziendali esistenti dei singoli partner. La costruzione può essere realizzata anche da una singola persona; gli altri utenti partecipano poi ai costi – ad esempio pagando una pigione a copertura dei costi.

L’investimento interaziendale in edifici permette di ripartire il rischio finanziario e di concretizzare progetti di maggiori dimensioni che altrimenti le singole parti coinvolte non riuscirebbero a realizzare.

Bild
Descrizione dettagliata (pdf)
Tutte le informazioni (pdf)
Fattori chiave (pdf)

“Non abbiamo avuto bisogno di molta persuasione, è stata una sorta di pungolo reciproco”

Hanspeter Frey, Partner der Biogasanlage in Lindau

«Auch sonst ist die Zusammenarbeit schön, weil jedes Problem, das du hast, dann auf drei Schultern lastet und nicht einfach nur dein Problem ist, das entlastet einen ziemlich.»

Simon Brasser, Mitglied des Gemeinschaftsstalls Churwalden

«Anche l’impianto di biogas funziona 365 giorni all’anno, e qui abbiamo il grande vantaggio della responsabilità condivisa.»

Hanspeter Frey, Partner der Biogasanlage in Lindau

«Wir hatten natürlich vorher Anbindeställe mit ein bisschen Freilauf und jetzt ist alles Freilauf, also die Kühe haben es natürlich sehr schön.»

Simon Brasser, Mitglied des Gemeinschaftsstalls Churwalden

«Man baut in einer solchen Grösse, da ist man gegenüber dem Alleingang etwa einen Drittel billiger und kann dann Einrichtungen machen, die man sich selber nicht leisten kann, wenn man kleine Strukturen hat.»

Peter Hitz, Mitglied des Gemeinschaftsstalls Churwalden

«Gründen kann man relativ schnell, aber bis dann das Gebäude steht, das ist dann eine andere Nummer, das sind schon zwei Paar Schuhe.»

Hanspeter Frey, Partner der Biogasanlage in Lindau

«Man kann sich schon Ideen holen, und das muss man auch, aber schlussendlich muss man dann einfach wirklich das machen, was dann zu einem passt.»

Simon Brasser, Mitglied des Gemeinschaftsstalls Churwalden
Per avere senso, un investimento interaziendale in edifici deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • più aziende e capiazienda che condividono il medesimo orientamento strategico per il futuro;
  • luoghi idonei per il progetto di costruzione;
  • volontà effettiva di gestire congiuntamente un edificio collettivo.

Maggiori informazioni sui requisiti per gli investimenti interaziendali in edifici (pdf)
Informazioni sulla procedura per gli investimenti interaziendali in edifici (pdf)

Comunità stalla Churwalden:

Che cosa vi ha spronato a costruire la stalla collettiva?
Avete parlato anche dell’eventualità di creare una comunità aziendale?
Come è stata finanziata la nuova stalla?

Impianto di biogas di Lindau:

Qual è stato il catalizzatore per costruire un digestore di biogas?
Hai mai pensato di rinunciare quando stavi progettando?

Per un investimento interaziendale in edifici i fattori di successo sono i seguenti:

  • strategie aziendali comuni con vantaggi finanziari per tutti i partecipanti;
  • realizzazione di edifici di produzione ottimizzati e ubicati in luoghi ideali;
  • fiducia, comunicazione aperta e cultura del dialogo;
  • equa distribuzione delle responsabilità, dei costi, delle garanzie, dei rischi e dei profitti.

Maggiori informazioni sui requisiti per gli investimenti interaziendali in edifici (pdf)
Informazioni sulla procedura per gli investimenti interaziendali in edifici (pdf)

Comunità stalla Churwalden:

Quali sono i presupposti per una collaborazione proficua?
Quali sono state le sfide più impegnative in fase di costituzione?
Quali sono i vantaggi maggiori della collaborazione?
Come comunicate tra di voi?
Come prendete le decisioni strategiche e operative?
Come vi organizzate tra di voi?

Impianto di biogas di Lindau:

Quali sono i requisiti per una comunità di successo?
Quali sono state le sfide più grandi durante la pianificazione?
Come siete organizzati?

Per realizzare un edificio collettivo si devono soddisfare le seguenti condizioni legali:

  • la costruzione collettiva prevista può essere autorizzata;
  • il progetto di costruzione previsto soddisfa i requisiti di diritto pubblico (protezione delle acque, protezione degli animali, ecc.);
  • i rapporti di proprietà sono definiti e disciplinati;
  • gli investitori hanno chiarito anche gli aspetti inerenti le garanzie.

Al fine di disciplinare la gestione congiunta degli edifici realizzati con investimenti interaziendali, si possono raccomandare tutte le forme giuridiche indistintamente, dalla società semplice alle persone giuridiche (società anonima e società a garanzia limitata).

Maggiori informazioni sulle basi legali per gli investimenti interaziendali in edifici (pdf)
Maggiori informazioni sui modelli di contratto per gli investimenti interaziendali in edifici (pdf)
Maggiori informazioni sulle modalità di abbandono degli investimenti interaziendali in edifici (pdf)

Comunità stalla Churwalden:

Come avete regolato le cose a livello contrattuale?
Come allestite il conteggio annuale?
Vi sentite limitati nella vostra libertà imprenditoriale?
Chi è il proprietario del terreno su cui sorge la stalla?

Impianto di biogas di Lindau:

Come avete gestito tutto a livello contrattuale?
Come è andata a finire la costruzione nella zona agricola?
Ci sono stati ostacoli legali fastidiosi?
Quale forma giuridica avete scelto?
Ti senti limitato nella tua libertà imprenditoriale?

In media per gli investimenti interaziendali in edifici si devono prevedere le seguenti tempistiche:

  • processo di costituzione e di pianificazione della costruzione: 1-3 anni;
  • durata del contratto: 10-40 anni, a seconda della durata di utilizzo degli edifici collettivi, della durata dei crediti o dei rapporti di proprietà.

Nonostante le tempistiche concordate, per motivi non meglio precisati è possibile che si giunga a uno scioglimento anticipato prima della scadenza del termine. Questa eventualità va disciplinata tempestivamente su base contrattuale.

Maggiori informazioni sulla durata degli investimenti interaziendali in edifici (pdf)
Maggiori informazioni sulle basi legali per gli investimenti interaziendali in edifici (pdf)
Maggiori informazioni sui modelli di contratto per gli investimenti interaziendali in edifici (pdf)
Maggiori informazioni sulle modalità di abbandono degli investimenti interaziendali in edifici (pdf)

Comunità stalla Churwalden:

Quanto tempo è durato il processo di costituzione e costruzione?

Impianto di biogas di Lindau:

Il contratto specifica un termine?

Maggiori informazioni sugli investimenti interaziendali in edifici si possono ottenere:

  • parlando direttamente con i colleghi che hanno già esperienza in materia di investimenti interaziendali in edifici;
  • contattando i centri di consulenza tecnica e gli esperti, che si possono anche consultare in via preliminare o in fase di realizzazione dell’investimento.
Comunità stalla Churwalden:

Che cosa consigliereste ad altri?
Guardando indietro, cosa fareste diversamente?

Impianto di biogas di Lindau:

Avete consigli sulla pianificazione e l’esecuzione?

Quando le persone lavorano insieme, molte cose possono andare storte: incidenti, crollo delle vendite, errori, mancato rispetto degli accordi, divergenze di opinione e malintesi, eccetera. È normale e non è il caso di preoccuparsi, ma è molto importante che i partner interessati reagiscano correttamente in tali situazioni ed evitino di compiere costosi passi falsi per inezie o che si instaurino controversie perenni a causa di valutazioni divergenti della situazione.

Di seguito sono elencate alcune risorse che possono essere utili per affrontare i conflitti.

Informazioni generali sulla risoluzione dei conflitti negli investimenti interaziendali in edifici (pdf)
Sito Internet Teoria dei conflitti

Comunità stalla Churwalden:

Come affrontate i conflitti?
Cosa succede in caso di abbandono o scioglimento?

Impianto di biogas di Lindau:

Come affronta i conflitti?
Una dissoluzione sarebbe un male per te?

In caso di conflitto sostanziale o cronico, dopo la fase di escalation si può procedere nel modo seguente:

  1. Se la fiducia e la comunicazione all’interno della comunità sono rimaste fondamentalmente intatte
    Concordare una discussione tra le persone interessate. A tal fine, concedersi tempo a sufficienza in un Possibili soluzioni a seconda dell’entità dei conflitti luogo in cui poter parlare indisturbati. Durante la discussione, prestare particolare attenzione alle regole di una discussione equilibrata. Se necessario, testare le misure decise in una fase di prova e poi discutere insieme dell’impatto che hanno avuto e, se necessario, modificarle.
  1. Se la fiducia o la cultura del dialogo sono minacciate, ma alcuni aspetti funzionano ancora
    Concordare una discussione con tutti i soci al fine di risolvere il punto controverso internamente, se possibile. Durante la discussione, prestare particolare attenzione alle regole di una discussione equilibrata. Concordare in anticipo gli obiettivi dell’incontro e verbalizzare i risultati. Testare le misure decise in una fase di prova e poi discutere insieme dell’impatto che hanno avuto e, se necessario, modificarle.
  2. Se la fiducia viene meno e la comunicazione aperta è ormai minata
    Consultare un esperto (mediatore, coach, conciliatore) per risolvere il conflitto e ottenere il consenso esplicito di tutti i soci. Chiarire gli obiettivi della consulenza con gli esperti e concordare tempistiche e costi. Partecipare costruttivamente al programma di discussione dell’esperto consultato e cercare seriamente di attuare le misure decise.
  3. Quando la fiducia è andata in frantumi e la comunicazione aperta non funziona più
    In primo luogo, verificare con il coach se c’è ancora una possibilità di salvare la comunità. In caso affermativo, iniziare dal punto precedente.
    In caso negativo, non esitare ad affrontare il tema dell’abbandono da parte di un socio o dello scioglimento della comunità. A tal fine, si raccomanda di consultare un esperto poiché soprattutto in caso di scioglimento anticipato, l’equità e la chiarezza tra i partner hanno la priorità assoluta. Ciò richiede spesso il supporto di un moderatore/coach, nonché di un fiduciario o di un consulente in economia aziendale. In ogni caso si tratta di un investimento redditizio, perché una fine caotica che si trascina tra le controversie non solo costerà molto di più, ma lascerà anche profonde ferite sul piano emotivo.

Anche in caso di scioglimento, seguire il programma di consulenza tecnica in modo costruttivo e attuare le misure e i compiti concordati in modo serio e tempestivo. Se lo scioglimento di una comunità è affrontato in modo lineare e rapido, i vecchi partner possono rialzarsi molto più rapidamente e ridisegnare il loro futuro senza impedimenti.

Domande frequenti

Si raccomanda di gestire all’interno della comunità aziendale settoriale tutti i rami aziendali strettamente legati all’economia lattiera. Nel caso di un’azienda lattiera, si tratta generalmente della detenzione di bovini, della produzione di foraggio e anche dell’allevamento. Altri rami aziendali come la frutticoltura, la detenzione di pollame, eccetera sono esclusi nel caso di una comunità aziendale settoriale per la detenzione di bovini.2021-02-02T13:05:52+01:00

In vista della progettazione di una stalla collettiva e dell’investimento interaziendale in edifici, occorre procedere a un’adeguata valutazione del sito. Sono determinanti eventuali oggetti preesistenti che possono essere facilmente convertiti e riutilizzati. Nel caso si optasse per una nuova costruzione, occorre chiarire se una delle aziende dispone di un sito ben accessibile e servito, distante dalla zona residenziale, ma che al contempo soddisfi i requisiti in materia di pianificazione del territorio. Nel valutare il sito, si deve tener conto anche della ripartizione del lavoro e delle responsabilità tra gli agricoltori.

Chi sostiene i costi annuali degli edifici in caso di investimento interaziendale?2021-02-02T13:05:26+01:00

Se più agricoltori decidono di costruire un edificio collettivo nell’ambito di una proprietà comune o di una comproprietà, tutti i proprietari in comune o i comproprietari partecipano in parti uguali ai costi annuali dell’edificio, che sono sostenuti direttamente dalla società responsabile della gestione. Se l’investimento interaziendale avviene nell’ambito di un investimento dell’affittuario, per legge il proprietario del fondo s’impegna a sostenere i costi annuali dell’edificio. In rapporto all’utilizzo collettivo, tuttavia, tutti gli utenti partecipano ai costi annuali dell’edificio con una pigione a copertura dei costi.

Chi è competente per la concessione della licenza di costruzione?2021-02-02T13:03:59+01:00

Nel caso di investimenti interaziendali in proprietà in comune o in comproprietà (con diritto di superficie), i comproprietari aventi diritti di superficie agiscono congiuntamente come committenti e proprietari del fondo.
Se viene costruito un edificio collettivo come investimento dell’affittuario sulla proprietà fondiaria di un socio, il proprietario del fondo è tenuto a definire il progetto di costruzione e i soci in qualità di committenti. Nella migliore delle ipotesi, ovviamente, sarebbe sempre opportuno coinvolgere nella pianificazione tutte le parti interessate.

Esempi pratici

Go to Top